UAGLIÒ: PIZZA E BASTA

Aggiornamento: 29 apr 2021

Quando la fame chiama, Uagliò risponde. Che sia aperta o a portafoglio la pizza dei uagliò è da sballo!

Da sballo a dirla tutta è anche la storia di Carla e Gennaro, due giovani che si incontrano tra i corridoi dell’università a metà strada tra Parigi e Napoli.

Galeotta fu Torino, dove entrambi decidono di frequentare un master, lui in business administration, lei in Food & Bevereage, nello stesso ateneo.

Ed è così che le loro strade si sono incrociate, per diventare una bellissima avventura!

Carla è francese, Gennaro napoletano d’origine. Ma indovina chi è dei due a fare le pizze?

Sì, hai indovinato. 25 anni e grinta da vendere, Carla decide di lasciare le cucine stellate per dedicarsi a una proposta gastronomica sì ricercata, ma che potesse arrivare a tutti: ‘a pizz!

Proprio per questo, nel dicembre 2019, insieme, Carla e Gennaro decidono di dare vita al loro progetto, diventando soci: è così che apre i battenti Uagliò, nel cuore del quartiere più vivo e multietnico della città, San Salvario, fiancheggiando il regno del Faraone dei Kebab e le specialità greche di Via Berthollet.


Niente pizza gourmet per loro, ma un inno allo street food partenopeo, con autenticità delle materie prime e accostamenti mai banali. “Con Uagliò voglio celebrare la napoletanità, le mie pizze a portafoglio hanno ingredienti scelti con cura da piccoli produttori attenti alla qualità, il mio impasto lievita dalle 24 alle 30 ore e le farine che uso provengono da molini italiani. Non mi piace parlare di gourmet, preferisco parlare di autenticità della materia prima e di attenzione all’impatto ambientale che passa anche dalla riduzione degli imballaggi in plastica e dallo zero waste”, ha raccontato Carla Ferrari a Torino Today.

Carla ha iniziato a sfornare pizze per amore di Gennaro ed è finita per scalare vertiginosamente tutte le classifiche, assicurandosi un posto tra le 100 migliori pizze al mondo!


L'illuminazione per me è arrivata dopo aver assaggiato per la prima volta nella mia vita “Mamm’ e Pompei”, la pizza con il ragù e la ricotta di bufala, maronn’mij!

Mi è bastato un morso per decretare la pizza di Carla come la migliore di Torino!

Uagliò è un sogno a metà strada tra i boulevard di Parigi e i vicoli di Napoli, 55mq di ottimismo partenopeo, 15 posti a sedere all’interno e uno spazio all’aperto che ricorda i chioschi sulla spiaggia; inutile dire che non accettano prenotazioni, come è prassi nelle vere pizzerie napoletane. Si sa, l'attesa aumenta il desiderio!

Tutto questo per dirti che hanno appena riaperto con il loro fantastico dehor, e sfornano pizzette & spritz già per l’ora dell’aperitivo!

Che aspetti a fiondarti lì?