LE FROMAGE EST UNE FORME D’AMOUR

L’amore per il formaggio? O il formaggio per amore?

Più che una buona dose di colesterolo, in questa storia c’è parecchia dolcezza.


Mi sono molto rivista nella storia di Amaury, classe '92 originario di Lione, che ha aperto qualche mese fa la sua fromagerie nel cuore di Torino, in via Bogino.

Innanzitutto, condivido con lui la sfrenata passione per il formaggio in tutte le sue forme, consistenze e declinazioni. E poi, la sua grande voglia di cambiamento.


Amaury è laureato in economia e ha lavorato come consulente per alcune aziende in Francia. Ma quando la passione bussa alla porta, tu che fai, non la segui? Spesso per paura di fallire, la si mette in un angolino, rinunciando, e continuando per la nostra strada, spianata e sicura.


Appassionato di cibo sin da bambino, resta incantato davanti alla TV quando trasmettono programmi di cucina o documentari sull’agricoltura e sull’artigianato. Ispirato da queste storie di persone felici di vivere della loro passione, si è detto “Perché non io?”


E’ qui che la vita di Amaury cambia radicalmente: contatta uno dei più grandi maître fromager di Lione, Patrick Sourbès, che diventa il suo capo. Tra settembre del 2016 e giugno del 2017 segue due volte a settimana la formazione “sul campo”, nella migliore scuola che esiste dedicata esclusivamente al mondo del formaggio; il resto del tempo lavora in negozio. Dopo aver ottenuto un diploma, inizia a gestire la fromagerie di Sourbès.


Voi direte, che cosa c’entra l’amore in tutto ciò? Ora vi spiego.

Oltre all’amore per il formaggio, Amaury si innamora di Viola, una ragazza sarda, che trova lavoro a Torino.

Se il coraggio di cambiare non lo trovi dentro di te, te lo dona l’amore.


E’ così che Amaury decide di trasferirsi anche lui a Torino e aprire la sua bellissima fromagerie "AMAURY FROMAGER". Nonostante abbia inaugurato il negozio in piena pandemia e nel corso del secondo lockdown nazionale, Amaury non si è mai fermato. Anzi, è diventato in pochi mesi un punto di riferimento per gli amateurs del formaggio a Torino (come la sottoscritta).


Continua a lavorare in diretto contatto con tutti i produttori con cui collaborava a Lione. E’ diventato il portavoce all’estero delle tradizioni francesi e del lavoro dei produttori che seguono il ciclo della natura e hanno a cuore il benessere degli animali.


Cosa potrete trovare nel suo piccolo ma elegante negozio? Il paradiso. Dai formaggi freschi, a latte crudo, vaccini, caprini e ovini, agli erborinati di mucca o capra. Per non parlare delle forme di ogni tipo dedicate alla raclette e infine, il beurre salé letteralmente da capogiro!

Come accompagnamento, c'è anche una piccola ma interessante selezione di vini francesi, dal pinot noir allo champagne, e mieli artigianali dell’Apicoltura Torinese.


Se siete ristoratori, rifornisce anche voi, sapevatelo!


Che dire, provatelo! E fatemi sapere…